Napoli è una città da scoprire tutto l’anno e da vivere in tutte le stagioni, grazie alle tante opportunità e luoghi di interesse che offre. 

Quando pianifichi un viaggio nel capoluogo campano durante le feste natalizie, devi sapere che ci sono alcune cose imperdibili da fare in quel periodo.

Le strade si vestono a festa e l’atmosfera diventa magica, anche i residenti amano perdersi tra i vicoli illuminati alla riscoperta di tradizioni e rituali.

A Napoli, esistono delle usanze da seguire a Natale, come dei riti imprescindibili, e anche dei posti da visitare, che assumono un aspetto e un significato diverso durante le festività.

Prenota una camera da Napoliving e ti consiglieremo come trascorrere al meglio le tue giornate per vivere a pieno lo spirito natalizio partenopeo.

Natale a Napoli: cosa fare e vedere

Ecco i nostri suggerimenti su cosa fare a Napoli a Natale tra cose particolari, luoghi tradizionali ed eventi imperdibili!

San Gregorio Armeno: la Via dei Presepi

Come primo luogo, non potevamo non citare San Gregorio Armeno, la strada simbolo del Natale a Napoli.

Conosciuta come la Via dei Presepi, ti accoglierà con la sua magica atmosfera e le botteghe dei maestri presepisti, dove ammirare e acquistare pastori e materiali per realizzare un presepe fai da te.

Abbiamo approfondito la storia di questa strada e dell’arte presepiale in questo articolo del nostro blog e, nonostante sia possibile viverla tutto l’anno, durante le festività natalizie assume un significato più intenso.

Leggi Anche  Come visitare Napoli sotterranea

Curiosare tra le bancarelle avvolti dal profumo del legno e del muschio è davvero particolare, così come vedere che non esistono solo pastori legati alla religiosità ma anche rappresentazione e caricature di personaggi famosi.

Presepe Cuciniello nel Museo della Certosa di San Martino

Continuando a parlare di presepi, a Napoli ce ne sono di bellissimi da ammirare, vere e proprie opere d’arte.

Quello che lascia tutti senza fiato è il Presepe Cuciniello, custodito nel Museo della Certosa di San Martino.

Michele Cuciniello, un architetto napoletano, decise di donare a Demetrio Salazar, all’epoca direttore del Museo di San Martino, la sua collezione di circa 800 pastori del ‘700.

Il regalo aveva una sola condizione: Cuciniello avrebbe dovuto realizzare l’intera scenografia sulla quale collocare i pastori.

Ciò che possiamo ammirare oggi è una montagna, sulla quale scende una luce che illumina 3 momenti del presepe: l’annuncio ai pastori, la Natività e la taverna.

Vi assicuriamo che l’impatto visivo dei tantissimi pastori, personaggi e dettagli, riuscirà a trasmettervi la magia del Natale in modo suggestivo.

Assistere ad uno spettacolo al Teatro San Carlo

La magia del Natale a Napoli si mostra anche nel teatro più famoso al mondo: il San Carlo.

Assistere ad uno degli spettacoli previsti nel periodo delle festività è un modo per abbracciare lo spirito natalizio anche attraverso l’arte.

Tantissime sono le opere messe in scena tra dicembre e gennaio, capaci di richiamare l’atmosfera del Natale, tanto da diventare un appuntamento fisso annuale, come lo Schiaccianoci o il Lago dei Cigni.

Visitare il Mercato del Pesce di Porta Nolana

In un altro nostro articolo vi abbiamo raccontato cosa si mangia a Napoli a Natale, sottolineando che sulle tavole partenopee, la sera della Vigilia, non manca mai il pesce.

Leggi Anche  Cosa vedere a Napoli in due giorni

Nel cenone sono presenti piatti tipici della cucina napoletana, come spaghetti alle vongole, gamberoni al forno, baccalà e capitone fritto, frittura di calamari e tutto ha una parola d’ordine: freschezza!

Per acquistare pesce fresco, ogni anno durante la notte tra il 23 e il 24 dicembre, i napoletani vanno al Mercato del Pesce di Porta Nolana

È il rito dell’Antivigilia e se hai voglia di scoprire l’autenticità popolare napoletana, devi assolutamente fare un giro tra queste bancarelle.

Il pesce fresco viene disposto in vasche da ammirare come fossero opere d’arte ed è un’esperienza piacevole anche per chi non deve acquistare.

Uno spaccato di quotidianità partenopea (il mercato è aperto tutti i giorni dalle 8 alle 14) che merita di essere visto, soprattutto con l’atmosfera natalizia.

Assaggiare i dolci natalizi napoletani

I dolci tipici del Natale a Napoli sono una squisitezza indescrivibile, devo assolutamente essere provati: struffoli, roccocò, mustaccioli!

Assaggiare i dolci della tradizione natalizia partenopea è un po’ come sfiorare un paradiso fatto di profumi di cioccolato, miele e anice.

Troverai le vetrine di ogni bar e pasticceria allestite con queste prelibatezze, ma ecco qualche consiglio utile su cosa provare assolutamente:

  • Struffoli di Casa Infante;
  • Roccocò e Susamielli della Pasticceria Carraturo;
  • Raffioli della Pasticceria Sirica a San Giorgio a Cremano.

Conclusioni

Queste sono solo alcune delle cose da fare a Napoli a Natale, tra quelle assolutamente da non perdere.

Tuttavia la città non ti deluderà mai, tra eventi, mostre e ottimo cibo, saprà coinvolgerti nella sua atmosfera natalizia e gioiosa

Non ti pentirai di aver scelto di trascorrere le festività a Napoli, nelle camere di Napoliving!