Ischia

Ti aspettiamo nella nostra Camera ischia

Benvenuto nella nostra Camera Ischia

La Camera Ischia della struttura Napoliving è stata pensata e decorata in pieno stile ischitano, con una parete verniciata in un rilassante e gradevole color azzurro, a ricordare il mare che circonda l’isola in un abbraccio.

A personalizzare la camera, come per le altre, sono presenti due quadri realizzati su commissione da una pittrice locale che richiamano i colori e le ambientazioni dell’isola verde.

Dotata – come tutte le stanze della struttura – di un bagno privato con ampia doccia, la Camera Ischia è ideale per una coppia o per un singolo viaggiatore, grazie ai suoi numerosi comfort:

Wi-Fi Gratuito

Minibar e frigo

Set di cortesia

Cambio asciugamani giornaliero

Pulizia camere giornaliera

Macchinetta del caffè e cialde

Bollitore elettrico e kit tè e tisane

TV 44 pollici

Climatizzazione

Insonorizzazione

Culla su richiesta

Perché una camera dedicata a Ischia?

Se dovessimo rispondere in modo impettito a questa domanda dovremmo forse parlare della storia antica dell’Isola di Ischia, la più popolosa d’Italia – se si escludono Sicilia e Sardegna, che sono però due regioni. 

Oppure, dovremmo ricordare la bellezza naturalistica che la caratterizza.

Ancora, potremmo sottolineare l’importanza dell’isola per il turismo della Campania, con le centinaia di migliaia i turisti attratti, ogni anno, dalla sua bellezza. 

Eppure, a spingerci a dedicare una camera della nostra struttura ricettiva all’Isola di Ischia è una leggenda, una delle tante legate alle sue mitiche origini, e che a noi affascina particolarmente. 

Te la raccontiamo subito. 

Tifeo, il gigante che sorregge Ischia

Una delle leggende sulle origini di Ischia è legata alla figura di Tifeo, il gigante figlio minore di Gea e Tartaro (secondo una delle versione più accreditate).

Metà uomo e metà bestia, Tifeo si scagliò contro gli Dei, salendo sul Monte Olimpo e spaventandoli al punto da costringerli alla fuga in Egitto.

Zeus, anch’egli scappato per proteggersi dalla furia di Tifeo, tornò sui suoi passi e lo sfidò, in una battaglia violentissima e dagli sviluppi epici, al termine della quale il dio del cielo e del tuono riuscì a scaraventarlo giù dall’Olimpo, in mare.

A quel punto, scagliò su Tifeo un monte, schiacciandolo, dando vita all’Isola di Ischia e al suo Monte Epomeo, e condannandolo a sorreggerla per l’eternità.

I suoi ripetuti tentativi di ribellione, con l’obiettivo di liberarsi dal peso dell’Isola, furono vani, ma provocarono terremoti ed eruzioni vulcaniche, mentre le sue lacrime di disperazione e il suo respiro affannoso si trasformarono nelle acque termali e nelle fumarole che hanno reso Ischia famosa in tutto il mondo, già in epoca romana.

Non a caso il nome Tifeo, in greco, vuol dire proprio “fumo stupefacente”.

Si tratta di una leggenda molto affascinante, capace di trovare una spiegazione epica ed avventurosa alla conformazione geologica dell’Isola e alle sue ricchezze naturalistiche.

Inoltre, a corroborare questa tesi concorrono alcuni luoghi dell’Isola, il cui nome richiama proprio le parti del corpo di Tifeo: Panza, Ciglio, Bocca, Testaccio e Piedimonte.

Quasi surreale è, poi, il cosiddetto “Piede di Tifeo”, uno scoglio che ricorda molto la forma, appunto, del piede del gigante.

Una leggenda è, per sua natura, poco o per nulla attendibile, ma a noi piace pensare che, a sorreggere l’Isola di Ischia e a renderla così unica nel mondo, sia la presenza, sotto il mare, di un gigante che ha sfidato gli Dei, condannato a sopportarne il peso per sempre.

Trova il soggiorno più adatto a te!

Controlla disponibilità

Privacy policy

4 + 4 =

Napoliving

Cataldo Srl
Corso Umberto I, 23, 80133 Napoli NA, Italia