Quando arriva la stagione calda, che a Napoli dura da maggio a settembre circa, è il periodo migliore per godere delle isole del Golfo.

Capri è una delle più gettonate, grazie alla sua atmosfera elegante e chic, e alle tantissime cose da vedere.

Una delle escursioni da fare a Capri è visitare la Grotta Azzurra, raggiungibile salendo su una piccola barca a remi, guidata da un marinaio esperto.

Ti condurrà attraverso un arco di ingresso alto solo un metro, dovrai abbassarti per entrare, all’inizio vedrai solo buio.

Poi, all’improvviso, come per magia, i tuoi occhi si abitueranno all’oscurità, mostrandoti la grotta colorata di riflessi intensi azzurri e blu, mentre tra le pareti rimbalzano le note delle canzoni tradizionali napoletane.

Sarai all’interno della Grotta Azzurra di Capri, una delle più conosciute al mondo.

Non c’è nulla di fittizio, il colore dell’acqua è di un azzurro trasparente con riflessi argento, tanto che, ad un certo punto, la barca non sembra più galleggiare, ma fluttuare nel cielo.

Se hai prenotato una camera da noi di Napoliving, devi assolutamente dedicare una giornata all’isola ed entrare nella Grotta Azzurra, l’attrazione più famosa di Capri.

Grotta Azzurra: storia

Ai tempi di Tiberio, in epoca romana, la Grotta era utilizzata come ninfeo marino, luogo dove l’imperatore si rilassava e trascorreva momenti di otium.

Al suo interno erano presenti varie statue rappresentanti creature marine e quelle ritrovate sono custodite alla Casa Rossa ad Anacapri

Per molti anni, la Grotta Azzurra venne temuta dai marinai perché le leggende popolari la indicavano come il rifugio delle Nereidi, ninfe marine figlie di Nereo, metà uomo e metà pesce.

Leggi Anche  Il Sentiero degli Dei: itinerario da Agerola a Nocelle tra storia e natura

Nel 1826, Angelo Ferraro, un pescatore, accompagnò lo scrittore tedesco August Kopisch e il pittore Ernst Fries all’interno per visitarla. 

I due raccontarono della meraviglia vista nella Grotta Azzurra e da allora è una tappa fissa di ogni viaggio a Capri.

Grotta Azzurra: come arrivare all’ingresso

La Grotta Azzurra è una cavità naturale lunga circa 60 metri e larga circa 25 e, come accennato, il suo ingresso è alto solo un metro e largo circa due.

L’unico modo per visitarla è salire su piccole barche a remi, che ospitano solo 4 persone alla volta.

Davanti all’entrata, il marinaio ti dirà di stenderti e, con un piccolo slancio, grazie ad una catena attaccata alla roccia, attraverserà l’arco.

Come arrivare all’ingresso della Grotta Azzurra?

Una volta arrivati a Capri, ti consigliamo 3 modi per raggiungere l’entrata della grotta:

  1. A piedi: dal centro di Anacapri, scendi Via Pagliaro e poi Via Grotta Azzurra. Puoi anche utilizzare un servizio di autobus in partenza da Piazza della Pace. Dal terminal degli autobus, troverai una scalinata che arriva al mare, dove fare la fila per salire sulle barchette;
  2. Barca condivisa: al porto di Marina Grande, troverete i botteghini che organizzano giri dell’isola e transfer alla Grotta Azzurra. Scegliendo la formula “Giro dell’Isola + sosta alla Grotta” la barca farà il giro dell’isola e poi si fermerà all’ingresso della Grotta, dove dovrai passare sulle piccole barchette a remi;
  3. Barca privata: se sei a Capri con la tua barca, potrai ormeggiare al largo (dove sono le boe) e far segno a un barcaiolo di raggiungerti. Puoi anche noleggiare un gozzo privato con marinaio a Marina Grande (può contenere in genere fino a 7 persone).
Leggi Anche  L’Area Sommersa della Gaiola e il Parco Archeologico del Pausilypon

Ricorda che l’orario migliore per visitare la Grotta Azzurra è tra le 12 e le 14, quando i riflessi raggiungono il massimo splendore.

Ti sconsigliamo di vedere la grotta durante giornate nuvolose, perché è il sole a regalare quei giochi di luce.

Grotta Azzurra: Biglietti e Orari

Il prezzo del biglietto per visitare la Grotta Azzurra è di 14€ (incluso la barchetta a remi) ed è possibile pagare solo in contanti.

I bambini sotto i sei anni entrano gratis, mentre per i cittadini dell’Unione Europea sotto i 18 anni è gratuito solo l’ingresso, quindi pagano 10€ per la barca. 

Per i cittadini UE tra i 18 e i 25 anni è prevista una riduzione del 50% sul biglietto d’ingresso, quindi pagheranno 12 euro.

Non ci sono limiti di età per l’ingresso, ma ci teniamo a dirti che bambini e neonati sotto i 3 anni potrebbero mal sopportare la probabile attesa sotto il sole e il passaggio sotto l’arco.

I marinai di solito chiedono una mancia, anche perché in genere all’interno della Grotta racconteranno un po’ la storia come fossero una guida turistica.

Non è obbligatorio, ma è un gesto di ringraziamento molto apprezzato.

Il giro all’interno dura circa 5 minuti, ma l’attesa per entrare può essere lunga (in alta stagione può durare anche un’ora).

Per conoscere gli orari ti consigliamo di telefonare al pontile dei Motoscafisti di Capri al numero 081 8375646 dalle nove del mattino, perché in caso di vento e mare agitato, le visite possono essere sospese.

La Grotta Azzurra è aperta anche in inverno, se le condizioni climatiche lo permettono, anche se tra novembre e inizio marzo è molto più probabile sia chiusa.

Leggi Anche  Cosa vedere a Ischia in due giorni

Conclusioni

Speriamo che le nostre informazioni ti siano utili per pianificare la tua visita alla Grotta Azzurra, dove ti ricordiamo che è vietato nuotare.

Non puoi tuffarti dalle barchette né raggiungere l’ingresso a nuoto, perché molto pericoloso.

Per fare un bagno a Capri, scegli una delle sue bellissime spiagge, delle quali ti abbiamo parlato nel nostro articolo.

TI aspettiamo per accoglierti nelle camere di Napoliving, dove troverai anche una stanza dedicata all’atmosfera di Capri.