L’abitudine di frequentare terme e centri benessere risale agli antichi romani ed è tutt’oggi una delle soluzioni ideali per il relax.

Nel Golfo di Napoli, lo sviluppo dei centri termali sin dall’antichità è stato del tutto naturale, visto la presenza di sorgenti termali e zone vulcaniche tutt’oggi attive.

I bagni termali erano per gli antichi romani un luogo dove prendersi cura del proprio corpo e anche un punto di ritrovo per discutere di questioni politiche e finanziarie in un ambiente rilassante.

La testimonianza più cospicua di Terme Romane a Napoli è nel Parco Archeologico di Baia, luogo prescelto dalla famiglia imperiale e molto ambito da tutte le più importanti personalità dell’epoca.

Dopo il declino dell’Impero Romano, l’abitudine di recarsi ai bagni termali andò scemando, per riprendere solo nel Medioevo.

Attualmente la pratica di andare alle terme è un modo per rilassarsi e dedicarsi alla cura di sé.

Hai prenotato una camera da noi di Napoliving e ti piacerebbe trascorrere del tempo di qualità, puntando sul benessere fisico e mentale?

In questo nostro articolo sulle Terme a Napoli ti daremo qualche consiglio su dove andare per goderti del sano relax.

Terme di Agnano

Le Terme di Agnano sono il complesso termale più conosciuto di Napoli, scoperte nel 1870, quando il prosciugamento del paludoso Lago di Agnano, svelò le sorgenti e le strutture di epoca romana.

L’attuale complesso termale sorge accanto a quello antico ed è stato completamente ristrutturato nel 2011.

Leggi Anche  Cosa fare a Napoli a San Valentino

Offre molti pacchetti benessere ed è dotato di un parco e dei giardini, che ospitano eventi e attività all’aperto.

Il Parco Benessere delle Terme di Agnano si trova a Via Agnano Agli Astroni, 24.

Stufe di Nerone

Il Parco Termale Stufe di Nerone si trova a ridosso del Lago Lucrino nei Campi Flegrei e dispone di circa 25 sorgenti di acqua calda e fredda.

L’intero complesso termale è stato ampliato rispetto alle stufe originarie ed oggi comprende la piscina esterna e interna, il centro benessere, il centro massaggi, il tepidarium, le docce termali, il bar/ristorante ed il centro aerosol.

Le Stufe di Nerone si trovano in Via Stufe di Nerone, 45.

Complesso Termale Averno – I Damiani

Il Complesso Termale Averno è situato poco dopo Pozzuoli, alle pendici del vulcano Monte Nuovo ed è costituito da sorgenti di acque sulfuree, ideali per lenire i problemi respiratori.

Queste terme sono di proprietà del Complesso Turistico “I Damiani”, che hanno aggiunto agli effetti salutari delle acque, quelli rilassanti del paesaggio con la presenza del centro benessere Spa e di un itinerario ecologico immerso nella natura e storia del luogo.

Sono presenti 2 piscine di acqua termale, una piscina per i bimbi e una semi-olimpica di acqua fredda.

Il Complesso Termale Averno, I Damiani è in Via Montenuovo Licola Patria, 85.

Bagni Turchi del Lido Stufe di Nerone

Il Lido Stufe di Nerone si trova sul litorale flegreo che da Arcofelice arriva fino alla collina detta di Tritoli.

Il nome deriva dal fatto che Claudio Nerone frequentava i Bagni di Tritoli sovrastanti l’attuale stabilimento.

Le sorgenti di acqua termale sono state convogliate in alcuni bagni turchi, opportunamente ricavati, con temperature di 60 gradi.

Leggi Anche  Le 20 chiese più belle di Napoli, la città dalle 500 cupole!

La pratica da effettuare sarebbe di entrare nei bagni turchi, per poi tuffarsi immediatamente in mare distante pochi metri ed infine immergersi in vasche di acqua termale con temperatura di 38-40 gradi.

Pausilya Therme di Donn’Anna

Pausilya Therme di Donn’Anna si trova a Posillipo ed è il centro termale perfetto per chi vuole godere del relax e di un panorama mozzafiato vista mare.

Incastonata accanto al seicentesco “Palazzo di Donn’Anna”, la piccola sorgente di Pausilya è fonte minerale spontanea, che ha origine dalle caldere vulcaniche dei Campi Flegrei.

L’acqua minerale termale del Pausilya Therme è utilizzata nella pratica medica termale mediante bagni e fango terapie.

Il percorso benessere ha una durata di 2 ore e offre l’utilizzo delle due vasche idromassaggio riscaldate a 32° e 34°, del il pozzo romano con una temperatura che oscilla tra i 10° ed i 12°, della sauna finlandese, del bagno turco e delle docce emozionali con cromoterapia.

Le Terme di Ischia

Ischia è uno dei centri di cure termali più importanti d’Italia, visto la natura vulcanica dell’isola e la presenza di acque alcaline, con zolfo, iodio, cloro, ferro e altri microelementi.

Le Terme di Ischia erano utilizzate dalla famiglia imperiale romana e, come molte altre, caddero nell’oblio dopo il declino dell’impero.

Furono studiate e riportate in auge alla fine del 1600 dal medico Jasolino, che aiutò nella rivalutazione di un patrimonio idro-termale fra i più ricchi ed interessanti del mondo.

Terme in Campania

Oltre che a Napoli e in provincia, le sorgenti termali sono presenti in tutta la Campania e sono famose in tutto il mondo.

Ti accenniamo le terme di:

  • Contursi Terme in provincia di Salerno; 
  • Telese in provincia di Benevento; 
  • Scrajo Terme di Vico Equense;
  • San Teodoro a Villamaina in provincia di Avellino, ricordate da Virgilio nell’Eneide. 
Leggi Anche  Palazzo Reale di Napoli: perché e come visitarlo

Speriamo che le notizie sulla presenza di sorgenti termali a Napoli e provincia ti aiuti a inserire nel tuo itinerario di viaggio anche una giornata dedicata al relax.

Relax che troverai anche nelle nostre camere, dove siamo pronti ad accoglierti e darti tutte le informazioni di cui hai bisogno per il tuo soggiorno in città.