La Penisola Sorrentina è uno dei tratti costieri più belli d’Italia, grazie alla sua bellezza naturalistica.

Conquista ogni visitatore con paesaggi mozzafiato e delizie enogastronomiche.

Sei hai prenotato una delle nostre camere, ti consigliamo di dedicare qualche giorno alla costiera sorrentina, che non ti deluderà!

Il nome deriva da Sorrento, la città più importante di questo tratto di costa.

Da un lato c’è il Mar Tirreno e dall’altro le colline, una combo che rende questo luogo favoloso da scoprire, seguendo ritmi lenti e rilassanti.

Molte delle piccole cittadine marinare della costiera sorrentina, negli anni si sono trasformate da borghi di pescatori a paesini turistici.

I vicoletti profumano di limone, le baie offrono un mare dalle mille sfumature di blu e i piatti tradizionali sono ricchi di gusto e ricerca.

La stagione nella quale la penisola sorrentina si affolla è l’estate, mentre i periodi migliori per visitarla, grazie al clima mite, sono la primavera e l’inizio autunno.

Scopriamo insieme cosa vedere nella costiera sorrentina.

Cosa vedere nella costiera sorrentina

Abbiamo detto che la costiera sorrentina si trova tra il Mar Tirreno e le colline, ma nel dettaglio è il tratto di costa che va da Vico Equense a Sant’Agata dei due Golfi, una frazione di Massa Lubrense.

Cosa vedere in questo tratto costiero che ha conquistato anche personaggi illustri come Goethe, Dickens, Nietzsche e D’Annunzio?

Sorrento

Prima di tutto la città che dà il nome all’intera costiera, Sorrento.

Il fulcro della vita cittadina è Piazza Tasso, il celebre scrittore che nacque qui nel 1544.

Il centro della città pullula di botteghe, ristoranti e negozietti di souvenir, e troverai anche molti chioschi che vendono i famosi limoni di Sorrento.

Sappi che hanno dimensioni molto grandi e sono molto dolci.

Leggi Anche  Lungomare Caracciolo: una passeggiata indimenticabile

A Sorrento potrai vedere anche molti monumenti storici come il Sedile Dominova, istituzione medievale che amministrava la città, il Duomo e il complesso conventuale di San Francesco.

Visita la Villa Comunale a picco sul mare, per godere di un panorama indimenticabile sul Golfo di Napoli.

Da questo punto troverai sia un percorso pedonale che un comodo ascensore per arrivare a Marina Piccola, una spiaggia con stabilimenti balneari, vicina al porto dove partono i traghetti per Napoli e Capri.

Vico Equense

Vico Equense è un paese unico nel suo genere, eretto su un blocco di tufo a 90 metri sul livello del mare e incastonato tra il Golfo di Napoli, i Monti Lattari e il Golfo di Salerno.

Difficilmente vedrai uno spettacolo simile altrove e non è tutto ciò per quanto riguarda la sua unicità.

Il centro storico ospita la Cattedrale dell’Annunziata, che è l’unico edificio in stile gotico di tutta la costiera sorrentina.

Passeggiando per le sue stradine potrai vedere anche:

  • il Castello Giusso, voluto dagli Angioini;
  • l’Antiquarium: museo con reperti archeologici;
  • Terme di Scrajo, con sorgenti di acqua sulfurea dalle proprietà benefiche per patologie respiratorie e dermatologiche;
  • Casali, piccoli borghi organizzati sorti intorno a Vico, dove si producono prodotti caseari.

Sant’Agnello

Sant’Agnello sorge su un blocco tufaceo tra il Golfo di Napoli e quello di Salerno ed è diviso in cinque rioni:

  1. Rione Angri;
  2. Rione Cappuccini;
  3. Rione Colli di Fontanelle;
  4. Rione Maiano;
  5. Rione Tordara-Trasaella.

Il Rione Angri è quello più antico e una volta lì potrai vedere la Chiesa della Santissima Annunziata, Villa Crawford dal nome dello scrittore che la ristrutturò, ma anche la Cereria Sessa, l’unica a mantenere una produzione artigianale di cera d’api.

A Rione Cappuccini, puoi visitare la Chiesa e il convento dei Cappuccini edificati nel 1586 e il Belvedere Marinella, suggestivamente a picco sul mare.

Leggi Anche  Cosa vedere a Napoli in due giorni

Piano di Sorrento

Piano di Sorrento è una piccola cittadina della penisola sorrentina e le sue origini sembrano risalire al paleolitico.

Tra i luoghi da vedere c’è Villa Fondi de Sangro, edificio storico in stile neoclassico, che ospita il museo archeologico Georges Vallet.

La sua particolarità è che è costruita su una terrazza panoramica, circondata da un parco secolare di agrumi, ulivi e specie botaniche fuori dal comune.

Altri monumenti storici imperdibili di Piano di Sorrento sono:

  • Basilica di San Michele Arcangelo;
  • Chiesa della Santissima Trinità con la torre campanaria quadrata e un orologio del 1765;
  • Chiesa della Misericordia con un altare policromo in marmo del 1700.

Meta di Sorrento

Meta di Sorrento è una cittadina della costiera sorrentina diventata famosa nel IX secolo grazie all’eccellenza della sua Marina Mercantile.

Il centro storico è un dedalo di viuzze e chiesette da scoprire.

Anche se le sue dimensioni sono molto piccole, offre tantissimi luoghi di interesse turistici:

  • Basilica di Santa Maria del Lauro, chiamata così perché una contadina trovò una statua della Madonna tra un cespuglio di lauro;
  • Chiesa della Santissima Annunziata, con una cappella realizzata interamente in tufo.

Meta di Sorrento è divisa in “di sopra”, la parte alta del paese e “di sotto”, la zona delle due spiagge:

  1. Marina di Alimuri: spiaggia di sabbia;
  2. Spiaggia di Meta composta da ciottoli.

Massa Lubrense

Massa Lubrense è uno di quei borghi marinari che è riuscito a mantenere viva l’autenticità della sua origine e delle sue tradizioni.

Bagnata sia dal Golfo di Napoli che da quello di Salerno, si divide tra il centro città ricco di edifici storici, e i dintorni caratterizzati da sentieri escursionistici.

Troverai ad accoglierti un ricco patrimonio artistico e architettonico, ma anche paesaggi naturali affascinanti.

Tra le cose da vedere a Massa Lubrense, ti consigliamo di visitare:

  • Cattedrale Santa Maria delle Grazie, con pavimento maiolicato di scuola napoletana del ‘700;
  • Marina della Lobra, pittoresco borgo con tipiche casette a ridosso del porticciolo;
  • Marina di Puolo, dove si trovano resti delle colonne di un tempio di Ercole;
  • Punta Campanella: riserva naturale marina protetta patrimonio del WWF, che comprende la Torre di Punta Campanella (antica torre di avvistamento saracena) e la Baia di Ieranto (parco marino protetto dal FAI).
Leggi Anche  Cosa vedere a Pozzuoli, un’area archeologica di grande fascino

Nerano

Nerano è una frazione di Massa Lubrense, famosissima per i suoi scorci mozzafiato e per la villa che l’imperatore Nerone (da cui prende il nome) fece costruire in questa zona.

Da qui inizia anche il sentiero escursionistico che in circa un’ora porta alla stupenda Baia di Ieranto

Nerano è famosa anche per la Marina del Cantone, individuata dalla leggenda come la spiaggia dove vivevano le sirene che tentano di ammaliare Ulisse.

Parte da questa spiaggia, il percorso che conduce alla stupenda spiaggia di Recommone.

Le acque di Nerano sono ideali per le immersioni subacquee, grazie ai loro fondali di rocce e al mare trasparente.

Ti aspettiamo!

Speriamo che le nostre informazioni ti siano utili per organizzare il tuo itinerario della penisola sorrentina.

Ti aspettiamo per accoglierti nelle nostre camere al centro di Napoli, a pochi minuti dalla Stazione Centrale Garibaldi, dove potrai prendere la Circumvesuviana fino a Sorrento.