Per il tuo viaggio nel capoluogo Campano, hai pianificato un itinerario turistico selezionando varie tappe che proprio non vorresti perderti, ma ti piacerebbe inserire anche una visita nelle librerie di Napoli?

Il centro storico ospita alcune delle più antiche, famose e (soprattutto dopo la pandemia) resilienti librerie di Napoli.

Immergersi tra i loro scaffali, vuol dire fare un salto indietro nel tempo, tra libri antichi ed edizioni rare, ma anche tra letture attuali, attentamente selezionate.

Varcare la soglia di una libreria antica di Napoli, ti inebrierà col profumo di legno e pagine ingiallite dal tempo, attirandoti in un mondo lontano dal caos frenetico del centro storico.

Guardandoti intorno, ti renderai conto che quegli scaffali custodiscono storie di chi, in altre epoche, ha fatto della scrittura la propria ragione di vita.

Per questo, abbiamo scelto di parlare di alcune delle librerie antiche di Napoli, considerate dei veri e propri monumenti e che potrai raggiungere a piedi in pochi minuti dalle nostre camere di Napoliving.

Libreria Antica e Moderna Fiorentino

La Libreria Antica e Moderna Fiorentino è proprio nel cuore del centro storico, in Calata Trinità Maggiore 36, a pochi passi da Piazza del Gesù.

Il suo nome appare spesso tra le più belle libreria d’Italia, grazie al fascino delle prime edizioni, dei romanzi d’epoca e alla presenza di una collezione di libri di alto pregio e valore storico.

Fu fondata da Fausto Fiorentino nel 1936 e, da allora, si è ampliata sempre più, aggiungendo al suo catalogo edizioni sempre più rare e introvabili.

La Libreria Fiorentino era un luogo frequentato da molti intellettuali, tra i quali Benedetto Croce.

Leggi Anche  Palazzo Reale di Napoli: perché e come visitarlo

Libreria Colonnese

In Via San Pietro a Majella 32-33, si trova una delle librerie di Napoli più affascinanti, poiché offre un ambiente intriso di libri, musica, cinema, storia e magia.

Quando entrerai nella Libreria Colonnese, ti accorgerai che non si tratta di un semplice negozio, ma di uno scrigno di tesori che raccontano la storia di Napoli da più angolazioni.

Fondata nel 1965, propone libri rari, alcune edizioni Adelphi selezionate accuratamente, una sezione dedicata alle letture sui gatti, romanzi in lingua originale e un’ampia raccolta di storie napoletane.

Gli scaffali sono ancora quelli originali in legno degli anni ‘60 e in alcune vetrine, potrai ammirare edizioni rare e oggetti vintage capaci di raccontare una storia solo guardandoli.

Belle Epoque

Quando si dice che “il nome è tutto un programma”, potremmo tranquillamente fare riferimento alla Libreria Belle Epoque di Napoli.

Poco conosciuta, in Vico della Quercia 13, è prettamente una libreria antiquaria, dove ammirare trattati del 1700 ed edizioni rarissime.

Entrare in questa libreria ti condurrà in un’altra epoca, fatta di mistero e bellezza, anche se non sei un collezionista di trattati originali.

Ti sembrerà di essere entrato in un varco temporale e aver lasciato per un attimo il presente per immergerti nella Belle Epoque.

Libreria Berisio

La Libreria Berisio si trova nella storica via dedicata ai libri, Port’Alba, precisamente al civico 28

Purtroppo, è stata investita dalla crisi economica che ha colpito moltissime librerie indipendenti, che purtroppo hanno dovuto chiudere.

La Libreria Berisio ha provato a reinventarsi, aggiungendo alla sua ricchissima offerta di libri, anche un lounge bar, dove potrai trattenerti e goderti della buona musica.

Leggi Anche  Cosa fare e non fare a Napoli alla tua prima visita in città

Libreria Regina

La Libreria Regina è in Via S. Maria di Costantinopoli 51, sede attuale, poiché in realtà nacque in Via Foria alla fine del XIX° secolo.

Luigi Regina, ne acquisì la proprietà dal padre a soli 12 anni, ma appena maggiorenne inizia ad approfondire le sue conoscenze, stringendo contatti culturali con note personalità e specializzandosi nella storia del Meridione d’Italia.

La libreria è frequentata da intellettuali, artisti e tantissimi clienti, in un ambiente che offre soprattutto edizioni d’arte e di storia locale.

Dal 2005, la Libreria Regina è iscritta nelle liste delle “Librerie Storiche Antiquarie d’Italia”.

Libreria Dante & Descartes

La Libreria Dante & Descartes è in via Mezzocannone, 55 ed è animata dalla passione per tutti i libri: antichi, rari, esauriti, ma anche nuovi e universitari.

Nel settore della vendita libri, che diventa ogni giorno più impersonale, questa libreria è radicata nella sua identità, continuando la tradizione degli antichi librai

La Libreria Dante & Descartes si definisce mediatrice e distributrice del piacere della conoscenza.

Su questa scia, in tempi non sospetti, in collaborazione con la casa editrice Partenope, questa libreria decise di pubblicare una raccolta di poesie di una scrittrice statunitense, ignota ai più, Louise Glück.

Raimondo Di Maio, proprietario di Dante e Descartes, non poteva immaginare che questa poetessa avrebbe vinto il premio Nobel per la Letteratura del 2020.

La raccolta di poesie, pubblicata nel 2019, ebbe pochi estimatori, poiché pochi in Italia conoscevano Glück, fino al momento del Nobel. Da lì, l’exploit di vendite.

Nel 2011, il figlio di Raimondo, Giancarlo ha aperto un’altra sede della libreria, in piazza del Gesù.

Entrambe affermano con orgoglio che “noi guardiamo con attenzione a Napoli, non pubblichiamo solo libri napoletani, ma libri utili per Napoli.”

Leggi Anche  Cimitero delle Fontanelle: storia, orari e biglietti

Libreria Langella

In questo caso non ti citiamo una libreria storica, ma una libreria che merita di essere nominata per la passione e l’amore per i libri del suo proprietario.

La Libreria Langella nasce nel 2014 a Port’alba, come ditta individuale, fondata da Pasquale Langella, titolare con una significativa esperienza pluridecennale nel commercio librario e nell’editoria.

Appassionato cultore dei libri e collezionista, propone novità editoriali, soprattutto di piccoli e selezionati editori e ripropone titoli rari o ormai fuori mercato, offrendo anche opere di antiquariato

Pasquale Langella cura ogni dettaglio del rapporto con il cliente, per soddisfare ogni esigenza, tanto da aprire anche un canale online, ama il suo lavoro e si vede!

A volte, si ha bisogno di coraggio per portare avanti certe battaglie, soprattutto quando si parla di libri e cultura.

“Le piccole librerie e negozi vanno “curati” quando sono aperti, non “commemorati” quando chiudono.”

Con questa affermazione di Pasquale Langella, terminiamo il nostro viaggio nelle librerie antiche e famose di Napoli, sperando di averti incuriosito a visitarle.

Prenota una delle nostre camere a Napoliving, per ricevere un’accoglienza calorosa e tutte le informazioni di cui necessiti per organizzare il tuo soggiorno al meglio.