La Biblioteca Nazionale di Napoli  “Vittorio Emanuele III” è una gemma culturale nel cuore del Mezzogiorno d’Italia, una tappa imperdibile per gli amanti della lettura, gli studiosi e i curiosi desiderosi di esplorare il ricco patrimonio letterario conservato al suo interno. 

In questo articolo, ti guideremo attraverso la storia affascinante di questa biblioteca e ti forniremo tutte le informazioni necessarie per organizzare una visita indimenticabile.

Storia della Biblioteca Nazionale di Napoli

Fondata nel 1784 per decreto di Ferdinando IV di Borbone, la Biblioteca Nazionale ha radici profonde che si intrecciano con la storia della città di Napoli. 

Originariamente denominata “Reale Biblioteca di Napoli”, ha subito diverse trasformazioni nel corso degli anni, diventando nel 1860 la “Reale Biblioteca Borbonica” e successivamente la “Biblioteca Nazionale”

Nel 1922, su impulso di Benedetto Croce, la biblioteca fu trasferita nel prestigioso Palazzo Reale di Napoli, arricchendosi con nuovi fondi provenienti da varie biblioteche della città.

Un Patrimonio Culturale Straordinario

La Biblioteca Nazionale di Napoli è una delle più importanti al mondo, terza in Italia per numero di volumi

Con quasi 4 milioni di opere a stampa, 30.000 manoscritti, 5.000 incunaboli, e una vasta collezione di testate periodiche e carte geografiche, la biblioteca custodisce una ricchezza inestimabile

Tra i suoi tesori più preziosi spiccano i 1.792 Papiri Ercolanesi, risalenti al III secolo a.C., che costituiscono la più antica biblioteca di testi greci e latini ancora consultabile.

Leggi Anche  Oroscopo Napoletano: scopri l’itinerario giusto per il tuo segno!

È una tappa fondamentale anche per chi desidera avvicinarsi alle opere dei grandi maestri della letteratura

Conserva il corpus autografo delle opere di Giacomo Leopardi, testi autografi di San Tommaso d’Aquino, Giambattista Vico, Ludovico Ariosto, Torquato Tasso, e molti altri. 

Dai codici miniati medievali al famoso “Dioscoride Napoletano”, la varietà delle opere presenti offre una panoramica completa della storia letteraria.

Attività di Valorizzazione e Promozione della Lettura

La Biblioteca Nazionale di Napoli non è solo un luogo di conservazione, ma anche un centro dinamico di attività culturali

Con il ciclo “Pomeriggi in Biblioteca”, organizza due presentazioni editoriali a settimana, accoglie gruppi di lettura, e ospita mostre ed esposizioni durante tutto l’anno. 

Senza dimenticare che promuove la lettura attraverso convenzioni con università e centri di ricerca, offrendo tirocini formativi e progetti di alternanza scuola-lavoro.

Visitare la Biblioteca Nazionale di Napoli: Informazioni 

Orari di Apertura e Visite Accompagnate

L’accesso alla Biblioteca è gratuito e aperto a tutti per motivi di studio e ricerca. 

Tuttavia, le visite alle sale e alle mostre sono possibili solo tramite visite accompagnate tenute dal personale dell’Istituto tutti i giorni, dal lunedì al giovedì, con due turni al giorno e il venerdì solo al mattino.

Durante il periodo invernale (da novembre ad aprile), i turni sono alle 12:00 e alle 16:00, mentre nel periodo estivo (da maggio a ottobre) sono alle 12:00 e alle 17:00, con il venerdì solo alle 12:00.

Le visite accompagnate sono gratuite, ma ti consigliamo la prenotazione per gruppi di 10 o più persone. Per prenotare, è possibile scrivere a bn-na.urp@cultura.gov.it

Per scuole e gruppi universitari, le visite si svolgono esclusivamente in orario antimeridiano, previo accordo con l’URP e con prenotazione obbligatoria tramite lo stesso indirizzo email.

Leggi Anche  Borgo Marinari: autentica bellezza napoletana

Connessione Wi-Fi e Tessera del Lettore

Per rendere l’esperienza dei visitatori ancora più piacevole, la Biblioteca Nazionale di Napoli offre connessione Wi-Fi gratuita e dal 2023 è stata introdotta la “Tessera del lettore”, una card elettronica che consente l’accesso ai locali e a vari servizi dell’Istituto, garantendo una maggiore comodità per i frequentatori abituali.

Ti aspettiamo da Napoliving!

La Biblioteca Nazionale di Napoli, con il suo straordinario patrimonio letterario e le affascinanti iniziative culturali, è una destinazione imperdibile per chiunque ami la storia della letteratura. 

Si trova a breve distanza dalle accoglienti camere di Napoliving, rendendo il viaggio culturale ancor più accessibile.

Le camere di Napoliving non sono solo un luogo di soggiorno, ma un punto di partenza ideale per scoprire i tesori nascosti della città di Napoli. Dopo una giornata tra manoscritti antichi e opere dei grandi autori, potrai ritornare a Napoliving per rilassarti e riflettere sulle tue esperienze culturali.

Prenota la tua camera e preparati per un viaggio straordinario tra i tesori della letteratura e della storia napoletana.